sabato, Settembre 19, 2020
Valentina Corrado – Consigliere Regionale del Movimento 5 Stelle Lazio
Ultimi Articoli

PALAZZO BALEANI NON CHIUDERÀ

In questo articolo, ripercorrerò le azioni svolte che hanno visto la salvaguardia della chiusura di Palazzo Baleani, premettendo che la Breast Unit del Policlinico Umberto I è un fiore all’occhiello della nostra malconcia sanità laziale, nonchè sede distaccata di Palazzo Baleani, in pieno centro a Roma, che nell’estate del 2019 ha rischiato di chiudere per sempre.
Il palazzo Baleani è un centro d’eccellenza per la diagnosi di visite senologiche multidisciplinari, la refertazione immediata, l’esecuzione nella stessa giornata di esami e accertamenti necessari a fare una diagnosi per i tempi medi di realizzazione degli esami.
Qui trascorrono massimo trenta giorni dalla diagnosi di istopatologia all’intervento chirurgico e massimo dieci giorni dalla visita oncologica all’inizio della chemioterapia.
È un punto di riferimento importante per diversi utenti, anche perché vi si accede in maniera diretta, senza obbligo di prenotazione e liste di attesa.

Per questo motivo il 22 Luglio 2019 ho rivolto un’interrogazione a risposta immediata all’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, dove nel seguente video troverete il mio intervento in Aula:

Per i dettagli in merito all’interrogazione a risposta immediata clicca qui

Presentazione della mozione che impegna la giunta Zingaretti a non chiudere il Palazzo Baleani.

Dopo la risposta che l’assessore alla #Sanità regionale D’Amato ha dato alla mia interrogazione di richiesta di chiarimenti sulla paventata chiusura dell’unità di prevenzione e cura oncologica di Palazzo Baleani, durante il consiglio straordinario sulla sanità, il 2 Agosto 2019 ho presentato un atto di impegno per scongiurare la chiusura definitiva del centro.

Ho chiesto di procedere alla modifica dell’atto aziendale dell’Umberto I #policlinico al quale afferisce il servizio erogato presso Palazzo Baleani – per ripristinare l’unità di prevenzione e cura del tumore alla mammella sostituita, nell’atto di programmazione, con l’unità di cure simultanee che nulla hanno a che fare con la prevenzione oncologica. Ho specificato che è fondamentale garantire il servizio, aldilà del luogo fisico dove oggi le donne si recano a fare esami e visite nella stessa giornata e senza lista di attesa, perchè questa attività oltre ad essere fondamentale per la prevenzione non va a sommarsi alle già lunghe liste di attesa, come si desume dal mio intervento nel video che segue:

L’atto di impegno non è stato approvato e questo ha rappresentato la testimonianza, non solo l’attenzione che il pd – partito che governa la nostra regione – riserva alla tutela della salute della donna ma anche di come sia una foglia di fico la chiusura temporanea di Palazzo Baleani per lavori di manutenzione quando in realtà è un maldestro tentativo di nascondere una precisa scelta politica: l’eliminazione di un servizio di prevenzione oncologica!

Il 2 Dicembre 2019 abbiamo approvato al Consiglio Regionale del Lazio il decreto che istituisce il Centro Avanzato per la tutela della salute della donna presso Palazzo Baleani, abbiamo evitato un altra chiusura dell’unità ospedaliera nel Lazio.

Il centro di prevenzione non solo è stato riaperto ma sarà anche potenziato con servizi d’avanguardia, attraverso metodologie diagnostiche innovative, associate alla interpretazione dei big data e alla disponibilità di nuovi farmaci, grazie alle sinergie delle migliori competenze dell’Università la Sapienza e dell’Istituto Tumori Regina Elena di Roma che già lavorano con la piattaforma Molecular Tumor Board (MTB), come già la Dottoressa Maria Luisa Basile coordinatrice della struttura aveva fatto presente più volte

Sono orgogliosa e soddisfatta del lavoro che porta risultati al servizio dei cittadini!

Like this Article? Share it!