sabato, Settembre 19, 2020
Valentina Corrado – Consigliere Regionale del Movimento 5 Stelle Lazio
Ultimi Articoli

DEFR2020: LE PROPOSTE APPROVATE. VALORE AGGIUNTO A DOCUMENTO SENZA VISIONE.

Il 22 Novembre 2019 si è conclusa in sede di Commissione Bilancio, l’esame del Documento di Economia e Finanza della Regione Lazio 2020 – DEFR – un atto che, come ho avuto modo di dire nella seduta di ieri in discussione generale, dovrebbe essere di programmazione politica ed economica, ma si è rivelato un mero consuntivo di quanto fatto nella scorsa legislatura. Un documento senza visione politica futura e con interi settori dell’amministrazione regionale totalmente ignorati.

Come ad esempio il tema del miglioramento della condizione della popolazione carceraria: un’emergenza sociale che ha ripercussioni oltre che sui detenuti, sulle loro famiglie, sul personale sanitario e sulla polizia penitenziaria. Con l’approvazione del mio emendamento sono stati inseriti due obiettivi programmatici: il potenziamento dei servizi territoriali e comunitari in materia di assistenza alla popolazione detenuta e, nell’ambito degli investimenti in materia di edilizia sanitaria, il rafforzamento numerico delle REMS – le residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza – dove confluiscono detenuti con patologie psichiatriche e che attualmente sono drammaticamente insufficienti.

Altra tematica scandalosamente ai margini in questo documento programmatico è l’edilizia scolastica. A dispetto delle segnalazioni che da anni provengono dai territori sulla necessità urgente di ristrutturare e costruire scuole, vista l’evidente insufficienza dei passati stanziamenti, ho chiesto e ottenuto che l’edilizia scolastica sia centrale nella programmazione degli investimenti nelle opere pubbliche del prossimo triennio. Le scuole cadono a pezzi – laddove ci sono – e non possiamo più aspettare!

Anche in tema di trasporti gli investimenti risultano ingessati alla vecchia programmazione che si è rivelata fallimentare visto i problemi ancora irrisolti. Lo dimostra l’ennesima sollecitazione che sono stata costretta a reiterare sulla linea FL8 e sull’adeguamento delle stazioni ferroviarie una su tutte quella di Santa Palomba – agli standard minimi di decenza, sicurezza e vivere civile, con la richiesta dell’abbattimento delle barriere architettoniche, di apertura di sale di attesa e bagni pubblici. Una battaglia che conduco da anni come fanno i comitati dei pendolari costretti a viaggiare in condizioni di sicurezza e vivibilità indecenti. Eppure su questo argomento in Regione Lazio si procede con i paraocchi nonostante per l’ennesima volta un mio atto in questo senso venga approvato.

Infine uguali a sé stesse sono le misure previste per il ripascimento delle spiagge e la difesa dall’erosione costiera. Con l’approvazione del mio emendamento sono riuscita ad introdurre la cura delle dune come tecnica per la difesa degli habitat costieri e l’impegno a dedicare fondi alla rinaturazione dunale, per preservare un patrimonio naturalistico della nostra regione che sta lentamente scomparendo.

Il lavoro fatto in commissione è stato quello di contribuire ad un atto di programmazione per dare risposte alle esigenze dei territori e tentare di dare una visione politica ad un documento che, dovrebbe programmare il nostro futuro, ma si è rivelato davvero deludente, senza ambizioni e scollegato dalle priorità che avvertono i cittadini.
C’è ancora tanto da fare e il lavoro proseguirà con l’avanzamento di altre proposte di programmazione durante l’esame del DEFR in aula.

Like this Article? Share it!